Accesso refertazione online | Login | Non hai un accesso? Richiedilo ora!

Versione Italiano | English Version

CYP2E1

Farmacogenetica
CYP2E1
 

CYP2E1

Il CYP2E1 costituisce circa il 9 % degli isoenzimi del citocromo P450 a livello epatico. Esso rappresenta l’unica isoforma soggetta ad un potente effetto induttore da parte dell’etanolo. Il CYP2E1 metabolizza un’ampia gamma di composti con strutture differenti, in particolare molecole piccole ed idrofobiche, compresi alcuni potenziali agenti carcinogeni ed epatotossici, dei quali sembra mediare gli effetti in seguito all’attivazione metabolica. L’espressione di questo enzima è regolata da diversi xenobiotici, molti dei quali sono anche substrati, che sono quindi capaci di indurre il loro stesso metabolismo (acetone, etanolo, piridina, pirazolo, isoniazide). Alcune eccezioni a tale comportamento, cioè substrati che non inducono l’enzima, sono l’acetaminofene (paracetamolo), il butadiene, il clorzoxazone ed il tetracloruro di carbonio. L’imidazolo al contrario, sembra indurre il CYP2E1 senza essere un substrato. A tal proposito ricordiamo che l’effetto induttore di un farmaco che non è substrato dell’enzima indotto, può anche essere mediato da un effetto fisiologico quale ad esempio il digiuno, e ciò sembra essere particolarmente vero per il CYP2E1. La quantità di grassi nella dieta e la loro composizione, sembra infatti di particolare importanza nel determinare l’attività di questa isoforma.

Un elenco dei substrati, inibitori ed induttori di questa isoforma e presentato in tabella 10.

Substrati, inibitori, ed induttori del CYP2E1

SUBSTRATI

INIBITORI

INDUTTORI

Acetaminofene
Etanolo
Isoniazide
Etanolo
Metanolo
Benzene
Dietiletere
Cloroformio
Tetracloruro di carbonio
Acidi grassi (linoleico, linolenico, arachidonico)

Disulfiram

Etanolo
Isoniazide
Imidazolo
Ketoconazolo
Acetaldeide
Dietiletere
Benzene

 
Condividi su :